Skip to main content.
September 15th, 2008

Tesi di Laurea: “Architettura Software” Gedap/Consoc

Introduzione

Nel Giugno 2006 mi fu lanciata una sfida. Il Dipartimento della Funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglioallontanamenti dal lavoro che ogni anno le Pubbliche Amministrazioni, presenti su tutto il territorio nazionale, effettuano in favore dei propri dipendenti. La sfida era creare una architettura per questo sistema in grado di evolvere e crescere nel tempo, aggiungendo nuove funzionalità nello stesso dominio e prevedendo la possibilità di includere progetti con domini e problematiche diverse. DFPha infatti diversi progetti che in futuro poterebbero avere la necessità di essere sviluppati o migrati. richiedeva un sistema software in grado di gestire, rilevare e censire gli

Raccolta la sfida, ho cominciato questa esperienza di cui ora mi accingo a raccontare le scelte e le responsabilità da me affrontate.

Conclusioni

Disegnare una architettura in grado di evolvere e crescere nel tempo non è poi cosi semplice. Nel corso di questi due anni di lavoro, scelte che sembravano inizialmente affidabili si sono rilevate meno solide del previsto, mentre altre si sono delineate solo con il passare del tempo.

Credo che i requisiti fondamentali per diventare un buon architetto siano si le competenze tecniche e la capacità di prevedere i possibili cambiamenti ma anche una buona dose di autocritica. È necessario essere sempre con i piedi per terra, aderenti alla realtà e quello che ci succede intorno. Essere aperti e elastici ad ogni opinione, seguire le scelte del team, non spingere le proprie idee contro mulini a vento e cercare di valorizzare il lavoro di tutti, responsabilizzando e delegando quando possibile.

La condivisione delle conoscenze è essenziale in ogni lavoro, ma nel nostro ambito ha un significato molto profondo. Le conoscenze attuali sono frutto del lavoro di colleghi più o meno vicini fisicamente, persone di questi ultimi 50 anni. Fisica, Chimica, Elettronica, Matematica, Filosofia e Linguistica sono e restano parte integrante del nostro lavoro, ed esse trovano espressione nelle ricerche di milioni di persone che stanno collaborando in modo più o meno cosciente verso una direzione comune.

Più crescono le mie conoscenze tecnologiche, e più sento un distacco dal reale. Per questo sento continuamente una spinta contraria, che rema verso la condivisione, verso la collaborazione, verso l’umanità.

Nel nostro lavoro è importante non perdere di vista questo: i colleghi, i clienti, gli insegnanti e gli studenti sono “reali” ed è con tali persone che bisogna relazionarsi.

Tesi di Laurea: “Architettura Software” Gedap/Consoc

 

Posted by Simone Federici as Post at 11:51 PM CEST